Delle due, l’una…

O questo governo non dura fino alla sua morte naturale o dura un ventennio.

(*)

Quando il dissenso popolare viene contrastato con l’esercito e i manganelli come sta succedendo in Campania per il problema MAI risolto dei rifiuti (alla faccia dei proclami e delle sceneggiate del nostro premier) o contro gli studenti che protestano contro una riforma idiota della scuola fatta da una signora Boh senza meriti e titoli, quando le leggi folli vengono fatte passare a colpi di decreto e il parlamento perde la sua funzione di vigilanza e si riduce a mero organo notificatore con il beneplacito dell’opposizione (quale?) e del Presidente della Repubblica (garante?) vuol dire che il terreno è pronto per la svolta autoritaria. Sarà morbida e quasi indolore, accadrà quando la crisi economica, volutamente affrontata in maniera da risolvere i problemi di portafoglio di una certa oligarchia e da accentuare i problemi degli italiani, sarà tale che il problema per i più sarà la pagnotta quotidiana e non ci sarà più tanto tempo per pensare ai massimi sistemi e al Lodo Alfano, alle leggi che depenalizzano gli atti sovversivi e a tutte le nefandezze che questi filibustieri stanno perpretando con il beneplacito del 50% degli italiani.

Tra l’altro, facendo un parallelo col passato, ho trovato una certa differenza: all’epoca della resistenza tutti i giovani che si sono dati alla macchia per entrare nella lotta partigiana avevano una minima esperienza militare (chi perchè aveva fatto la naja, chi perchè era fresco reduce di guerra) e si trovavano a fronteggiare adegli avversari con le stesse esperienze non professionistiche. La lotta non era pari per via dei mezzi a disposizione, senza dubbio, ma il gap non era enorme.

Riportiamo la stessa situazione ad oggi: ci fosse bisogno di tornare a fare la lotta partigiana chi potrebbe dare un supporto militare adeguato? Quasi nessuno a parte i trentenni-quarantenni che hanno fatto ancora il servizio militare e poi ci sarebbe uno stuolo di giovani che armati di fotocopiatrici, centralini telefonici, anziani in carrozzella a rotelle darebbero un supporto logistico non indifferente. Ma dovrebbero confrontarsi con un esercito tecnologicamente avanzato, addestrato per anni a fare la guerra e a reagire a tattiche di guerriglia (e avendoli frequentati al tempo della Naja posso dire che molti non aspettano altro che andare a sparare e che il 99% sono nostalgici di destra).

La sostanza è: se vogliono ce lo mettono in quel posto e non potremo farci praticamente nulla.

Yuppiiii.

(*) Ovviamente è arrivata la smentita di Berlusconi che afferma di non aver mai detto quanto sopra e che è la stampa che manipola le sue dichiarazioni. Cose che capitano quando si dorme solo tre ore a notte (una persona comune che agisse in questa maniera sarebbe passibile di trattamento sanitario obbligatorio, questo lo lasciamo parlare liberamente a nome del paese…).

NOT IN MY NAME!

Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: