HANNO LA FACCIA COME IL CULO.

tien_an_men.jpg

“Non sta a noi esprimere una valutazione sull’atto di dimissioni. Sono altre le cariche istituzionali che valuteranno il suo gesto. Da parte nostra riteniamo che lei possa e debba proseguire il suo lavoro“. Lo ha detto il vicesegretario del Pd, Dario Franceschini, parlando in Aula alla Camera rivolto a Clemente Mastella che questa mattina ha annunciato le sue dimissioni da Ministro. Franceschini ha anche espresso “solidarieta’ umana e politica” verso Mastella ed “apprezzamento” per il suo operato da Ministro.

Quello che e’ successo al senatore Mastella e’ di una gravita’ inaudita – dice Silvio Berlusconi – mi dispiace per lui e per sua moglie Sandra e rinnovo a tutti e due l’espressione della piu’ convinta ed affettuosa solidarieta’”.

Sandro Bondi, poco prima in Parlamento aveva sottolineto che “sarebbe ben misera cosa dire oggi che Berlusconi aveva avuto ragione: quello della giustizia in Italia e’ diventato un vero problema“.

D’accordo Gianfranco Fini, secondo cui “c’e’ una parte della magistratura che agisce per ragioni esclusivamente politiche e per ragioni personali”.
E ancora piu’ duro il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini secondo cui in Italia “c’e’ ormai un’emergenza democratica e un impazzimento della magistratura“.Il presidente della Camera Fausto Bertinotti da Caracas manifesta “piena solidarieta’ umana” al ministro della Giustizia Clemente Mastella ed ammonisce: “Bisogna evitare assolutamente conflitti tra la magistratura ed altri poteri“.”Le dimissioni del ministro Mastella sono un segnale di grande disponibilita’ e vorremmo ricordare che non erano per nulla dovute. Noi vorremmo poter investire successivamente sul suo lavoro”. Cosi’ il segretario del Prc Franco Giordano commenta la scelta del Guardasigilli di dare le dimissioni.
Che altro si può aggiungere?
Ah, Si! Che questo è un golpe bello e buono, alla luce del sole e senza clamore. Niente carri armati in piazza.
D’altronde a che servono i carri in piazza e l’esercito in un golpe ai danni degli italiani e non di un governo? Questo è un colpo di mano di un’oligarchia contro le più elementari regole istituzionali e morali. E fin quando avremo la pasta nel piatto, il tivufonino in comode rate, l’Isola dei famosi e il campionato più bello e taroccato del mondo, andrà bene così.
Forse è ora di espatriare.
Magari in Spagna, che c’è il clima buono.
Auguri a tutti.
Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: