QUESTO SI CHE E’ IL NUOVO CHE AVANZA!

PECCATO CHE COME IL SOLITO I POLITICI E IL CIRCO MEDIATICO ITALIANO SONO DALLA PARTE SBAGLIATA.

Per chi fosse stato fuori da questo pianeta nell’ultima settimana, sto parlando del VAFFANCULO-DAY promosso lo scorso 8 Settembre da Beppe Grillo.

La manifestazione, nonostante la censura preventiva dei mezzi di comunicazione tradizionale, ha avuto un successo strepitoso e assolutamente inaspettato. Centinaia di migliaia di persone si sono trovate in molte piazze d’Italia e del Mondo affrontando compostamente e in allegria ore di coda per firmare la proposta di legge popolare promossa da Beppe Grillo.

Il tutto dimostra con semplicità, e chi ha partecipato alla manifestazione può confermarlo senza difficoltà, che molti Italiani si sono rotti i santissimi di questa classe politica che ogni giorno ci regala delle perle di impunità sempre più raffinate (vedere Mastella e la sua gita al gran premio di Monza con l’aereo presidenziale).

Quello che mi ha sconvolto è come la classe politica tutta (tranne qualche eccezione come Pecoraro Scanio e Di Pietro) ha fatto quadrato contro la manifestazione tacciando il promotore di qualunquismo, di squadrismo, di antidemocrazia, di demagogia, di infiammare gli animi, appoggiata con un esercizio di penne illustri dalla stampa nostrana che, non potendo ignorare un fenomeno di questa portata, ha iniziato a fare polvere per distogliere l’attenzione dalla cosa importante di questa giornata.

Illustri giornalisti hanno sciupato fiumi di parole senza capire la chiave di interpretazione che dovrebbe far tremare le vene ai polsi a chiunque sia dotato di un minimo di cervello: Centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza NON con torce e forconi, lanciando sanpietrini e monetine all’indirizzo dei politici corrotti, ma impugnando uno strumento istituzionale e assolutamente democratico come la proposta di legge popolare.

Chiaro questo punto, è evidente la malafede di questi commentatori prezzolati e piagnoni.

Un esempio illuminante è la saga di Andrea Romano, commentatore de La Stampa di Torino. Se avete voglia leggetevi il suo blog e ridete.

IL SENNO DI POI del 10/9/2007

IL SENNO DI POI del 12/9/2007

IL SENNO DI POI del 13/9/2007

Seguono Eugenio Scalfari, Michele Serra, e tutta la pletora dell’informazione. I commenti dei politici li lascio perdere perchè sono troppi, troppo dementi e troppo autoesplicativi.

Chissà che non sia l’inizio di un nuovo risorgimento.

Annunci



    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: